Dare voce alle generazioni future. Riflessioni filosofico-giuridiche su rappresentanza e riconoscimento a margine della recente modifica dell’articolo 9 della Costituzione italiana

Autori

  • Ferdinando G. Menga

DOI:

https://doi.org/10.15168/2284-4503-2328

Parole chiave:

Giustizia intergenerazionale, riforma costituzionale, rappresentanza, riconoscimento asimmetrico

Abstract

Riconoscendo esplicitamente un «interesse delle generazioni future», la recente riforma dell’articolo 9 della Costituzione italiana spinge a una rinnovata discussione riguardante le maggiori problematicità teoriche e istituzionali in vista della realizzazione di percorsi concreti ispirati a un principio di giustizia intergenerazionale. Partendo da questa premessa, nel presente contributo, se, da un lato, delineerò gli ostacoli etici, politici e giuridici più rilevanti che investono la questione, dall’altro, cercherò di proporre – sulla base di un’indagine di stampo fenomenologico-giuridico – un modello di rappresentanza e riconoscimento tale da rivelarsi in grado di fornire un genuino spazio di accoglimento ed espressione a richieste che provengono dal futuro.

##submission.downloads##

Pubblicato

2022-07-15

Come citare

1.
Menga FG. Dare voce alle generazioni future. Riflessioni filosofico-giuridiche su rappresentanza e riconoscimento a margine della recente modifica dell’articolo 9 della Costituzione italiana. BioLaw [Internet]. 15 luglio 2022 [citato 3 ottobre 2022];(2):73-92. Available at: https://teseo.unitn.it/biolaw/article/view/2328

Fascicolo

Sezione

Call for papers