ll Regolamento europeo e il consenso informato: un commento bioetico e biogiuridico (artt. 28-35)

Autori

  • Laura Palazzani

DOI:

https://doi.org/10.15168/2284-4503-2476

Parole chiave:

Consenso informato, assenso informato, autonomia, vulnerabilità, comunicazione, formazione

Abstract

L’articolo analizza il consenso informato soffermandosi sugli elementi delineati dal Regolamento Europeo, considerando i precedenti documenti normativi e la normativa italiana come requisiti indispensabili e con riferimento a categorie particolarmente vulnerabili (incapaci, minori, donne in gravidanza e in allattamento, pazienti in condizioni di emergenza). Lo scopo dell’articolo è quello di individuare, partendo dal regolamento ma andando oltre il regolamento, elementi di attuazione del consenso informato sul piano etico con particolare riferimento alla comunicazione tra ricercatori e partecipanti, alla formazione dei ricercatori, alla responsabilità sia dei ricercatori che dei partecipanti, e al ruolo dei comitati etici nella valutazione del consenso informato.

##submission.downloads##

Pubblicato

2022-12-23

Come citare

1.
Palazzani L. ll Regolamento europeo e il consenso informato: un commento bioetico e biogiuridico (artt. 28-35). BioLaw [Internet]. 23 dicembre 2022 [citato 19 giugno 2024];(4):227-36. Available at: https://teseo.unitn.it/biolaw/article/view/2476

Fascicolo

Sezione

Focus on

Puoi leggere altri articoli dello stesso autore/i

1 2 > >>