«Under His Eye»: riflessioni sul ruolo della tecnologia sul corpo delle donne a seguito della sentenza Dobbs della Corte Suprema degli Stati Uniti

Autori

  • Sara De Vido

DOI:

https://doi.org/10.15168/2284-4503-2573

Abstract

In questo breve scritto si argomenterà che la tecnologia ha una duplice funzione nell’accesso all’aborto da parte delle donne: da un lato, è uno strumento empowering, perché la telemedicina consente di superare i limiti di leggi restrittive in materia di accesso all’aborto; dall’altro lato è un potenziale strumento di controllo delle donne, mediante il commercio e la circolazione di informazioni relative alla geolocalizzazione di coloro che si avvicinano a cliniche che praticano l’interruzione di gravidanza. Lo scritto rifletterà su questi temi, considerando la situazione statunitense, ma focalizzandosi altresì sul ruolo di organizzazioni non governative europee nella fornitura di servizi tramite la telemedicina.

##submission.downloads##

Pubblicato

2023-03-18

Come citare

1.
De Vido S. «Under His Eye»: riflessioni sul ruolo della tecnologia sul corpo delle donne a seguito della sentenza Dobbs della Corte Suprema degli Stati Uniti. BioLaw [Internet]. 18 marzo 2023 [citato 31 marzo 2023];(1S):343-59. Available at: https://teseo.unitn.it/biolaw/article/view/2573

Fascicolo

Sezione

Tematiche attuali all’inizio della vita: diritti fondamentali e nuove tecnologie