Modelli sperimentali preclinici in vivo, fra diritto ed etica applicata. Riflessioni “dall’interno” di un organismo preposto al benessere animale (OPBA)

Autori

  • Elena Malfatti

DOI:

https://doi.org/10.15168/2284-4503-2715

Parole chiave:

Sperimentazione animale, valutazioni etiche, organismi preposti, benessere animale, ricerca consapevole e responsabile

Abstract

In un quadro normativo fortemente dinamico, la sperimentazione animale si delinea quale tema di notevole spessore etico. La disciplina di matrice europea, sviluppata dal decisore politico nazionale, valorizza il ruolo degli organismi preposti al benessere animale, chiamati alla verifica, in concreto, del raggiungimento di un soddisfacente punto di equilibrio fra le esigenze della ricerca scientifica e quella di minimizzare la sofferenza degli animali da laboratorio. Anche la giurisprudenza amministrativa si pone in quest’ottica, esigendo il rispetto pieno del principio di sostituzione, riduzione, perfezionamento dei modelli sperimentali, e contribuendo al traguardo di una ricerca di sempre maggiore qualità, consapevole e responsabile.

##submission.downloads##

Pubblicato

2023-07-20

Come citare

1.
Malfatti E. Modelli sperimentali preclinici in vivo, fra diritto ed etica applicata. Riflessioni “dall’interno” di un organismo preposto al benessere animale (OPBA). BioLaw [Internet]. 20 luglio 2023 [citato 19 giugno 2024];(2):411-37. Available at: https://teseo.unitn.it/biolaw/article/view/2715

Fascicolo

Sezione

Saggi