Sulla female technology o Femtech. Intelligenza artificiale, salute della donna e volontà della persona

Autori

  • Stefano Corso

DOI:

https://doi.org/10.15168/2284-4503-2755

Parole chiave:

Femtech, intelligenza artificiale, dati relativi alla salute, diritti della persona, volontà

Abstract

Partendo dal fenomeno Femtech, il presente contributo esamina gli aspetti legati all’impiego dell’intelligenza artificiale da parte delle tecnologie per la salute della donna. In particolare, sono prese in considerazione le problematiche della discriminazione algoritmica e della decisione automatizzata basata su dati relativi alla salute. L’analisi critica delle disposizioni del diritto eurounitario è condotta, nella consapevolezza della fecondità delle soluzioni offerte dalla tecnologia stessa (ad es. i dati sintetici), ricercando una soluzione sistemica che possa offrire una tutela nella situazione concreta e specifica del soggetto. In questo senso, la riflessione propone una valorizzazione della volontà dell’individuo, alla luce dei valori della persona e della sua dignità.

##submission.downloads##

Pubblicato

2023-10-05

Come citare

1.
Corso S. Sulla female technology o Femtech. Intelligenza artificiale, salute della donna e volontà della persona. BioLaw [Internet]. 5 ottobre 2023 [citato 17 luglio 2024];(3):81-112. Available at: https://teseo.unitn.it/biolaw/article/view/2755

Fascicolo

Sezione

Focus on