Il ruolo di mediazione all’interno del Comitato Nazionale per la Bioetica

Autori

  • Carlo Casonato
  • Luca Savarino

DOI:

https://doi.org/10.15168/2284-4503-2855

Parole chiave:

Comitato etico, Comitato Nazionale per la Bioetica, pluralismo, consenso, mediazione

Abstract

I comitati etici costituiscono una galassia di organismi per cui sono previste funzioni e composizioni differenti. Il presente contributo si concentra su alcuni aspetti relativi alla configurazione del Comitato Nazionale per la Bioetica, analizzandone la funzione di mediazione-rappresentanza e quella di mediazione-conciliazione del CNB. A tale fine si darà rilievo ai criteri scelti per la composizione di un organismo volto a riflettere il più possibile il pluralismo culturale e religioso presente nel Paese. Infine, si avanzeranno alcune riflessioni relative al modo in cui possa essere interpretato il ruolo di componente del CNB e della delicatezza dell’agire all’interno di un organismo pubblico che mira a cercare una mediazione per raggiungere il massimo consenso possibile. La ricerca della soluzione ideale deve dunque conciliarsi con quella di una posizione comune, realistica e praticabile, che tenga conto del contesto entro cui i pareri di un Comitato come il CNB vengono letti e recepiti.

##submission.downloads##

Pubblicato

2023-11-25

Come citare

1.
Casonato C, Savarino L. Il ruolo di mediazione all’interno del Comitato Nazionale per la Bioetica. BioLaw [Internet]. 25 novembre 2023 [citato 21 giugno 2024];(2S):7-13. Available at: https://teseo.unitn.it/biolaw/article/view/2855

Fascicolo

Sezione

Saggi

Puoi leggere altri articoli dello stesso autore/i

1 2 3 > >>