Il diritto alla salute dei migranti davanti alle Corti europee

Autori

  • Luigi Ferraro

DOI:

https://doi.org/10.15168/2284-4503-3097

Parole chiave:

Migranti, salute, finanza pubblica, sicurezza, aspetti culturali

Abstract

Sulla base della giurisprudenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e della Corte di Giustizia dell’Unione Europea emerge un diritto alla salute dei migranti irregolari spesso recessivo rispetto agli interessi di finanza pubblica e di sicurezza dei confini degli Stati. Ciò, però, si pone in contrasto con l’indicazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui la salute non è solo l’assenza di patologie ma anche il benessere fisico, mentale e sociale della persona, cui si aggiungono gli aspetti culturali del migrante, come evidenzia la medicina delle migrazioni.

##submission.downloads##

Pubblicato

2024-06-28

Come citare

1.
Ferraro L. Il diritto alla salute dei migranti davanti alle Corti europee. BioLaw [Internet]. 28 giugno 2024 [citato 14 luglio 2024];(2):101-13. Available at: https://teseo.unitn.it/biolaw/article/view/3097

Fascicolo

Sezione

Focus on