Genere e sperimentazioni cliniche: il Regolamento (UE) n. 536/2014, un’occasione mancata?

Autori

  • Marta Fasan
  • Carla Maria Reale

DOI:

https://doi.org/10.15168/2284-4503-2478

Parole chiave:

Genere, sperimentazioni cliniche, Regolamento (UE) n. 536/2014, disuguaglianze sanitarie, medicina di genere

Abstract

Il contributo vuole analizzare l’entrata in vigore del Regolamento (UE) n. 536/2014 in una prospettiva di genere. Dopo aver discusso dell’importanza dell’approccio della medicina-genere specifica nell’ambito della sperimentazione clinica e dei suoi ultimi sviluppi, si procederà ad analizzare gli aspetti rilevanti in questa prospettiva del Regolamento. Grazie all’analisi comparata e all’esperienza maturata in Italia si procederà ad una discussione delle potenzialità e soprattutto dei limiti dello stesso, tracciando alcune prospettive di implementazione nell’ottica di una piena applicazione della prospettiva di genere in questo importante ambito.

##submission.downloads##

Pubblicato

2022-12-23

Come citare

1.
Fasan M, Reale CM. Genere e sperimentazioni cliniche: il Regolamento (UE) n. 536/2014, un’occasione mancata?. BioLaw [Internet]. 23 dicembre 2022 [citato 23 giugno 2024];(4):251-76. Available at: https://teseo.unitn.it/biolaw/article/view/2478

Fascicolo

Sezione

Focus on

Puoi leggere altri articoli dello stesso autore/i