Vulnerabilità e autodeterminazione

Autori

  • Matilde Botto
  • Chiara Lalli
  • Mariassunta Piccinni
  • Antonio Ruggeri
  • Vladimiro Zagrebelsky
  • Nereo Zamperetti

DOI:

https://doi.org/10.15168/2284-4503-2325

Abstract

Con la sentenza n. 50 del 2022 la Corte costituzionale si è pronunciata sull’inammissibilità del referendum sull’art. 580 del codice penale. La rilevanza dell’argomento affrontato e la particolare attualità del dibattito sulle scelte di fine vita rappresentano l’occasione per un approfondimento su alcune questioni affrontate nella decisione. BioLaw Journal – Rivista di BioDiritto ha proposto ad alcuni esperti una riflessione su quattro binomi intorno ai quali ruota l’argomentazione della Corte (ammissibilità e inammissibilità; vulnerabilità e autodeterminazione; volontà popolare e ir/responsabilità istituzionale; disponibilità e indisponibilità della vita).

##submission.downloads##

Pubblicato

2022-07-15

Come citare

1.
Botto M, Lalli C, Piccinni M, Ruggeri A, Zagrebelsky V, Zamperetti N. Vulnerabilità e autodeterminazione. BioLaw [Internet]. 15 luglio 2022 [citato 3 ottobre 2022];(2):19-43. Available at: https://teseo.unitn.it/biolaw/article/view/2325

Fascicolo

Sezione

Forum

Puoi leggere altri articoli dello stesso autore/i